Buon compleanno Gaetano

Mi chiamo Gaetano Toffali, il 24 ottobre compio gli anni e ho deciso di farmi un regalo.

L'unico giovane pompiere che mi piace: mio nipote Memi.

Un paterno sfogo personale, verso quei giovani che non sanno più osare il futuro.

Un tempo si diceva:

Incendiari da giovani e pompieri da vecchi

Intendendo che da giovane hai voglia di cambiamento, di cogliere rischi, di agire; mentre l’età matura porta al desiderio di conservare, quello che si è raggiunto.

Io sono un manager strano, perché innovazione, cambiamento, creatività, differenziazione, sono ancora tra i capisaldi del mio agire professionale e mi cadono le braccia a parlare con troppi giovani manager vecchi.

Che hanno come unico obiettivo il raggiungere il budget prefissato, applicando sempre e solo i due strumenti meno efficaci:

spremere chi produce e tagliare i costi

Sicuro che non esiste un'altra via oltre a quella affollatissima che percorrono tutti?

Sicuro che l’obiettivo sia copiare la concorrenza se rincorri, o cercare solo di mantenere il distacco, se sei provvisoriamente davanti?

Sicuro che aprire lo sguardo all'orizzonte non proponga anche strade diverse, migliori e più rapide?

uomo spremuto

Cambia il verbo spremere in formare e vedrai la differenza produttiva, tra un bravo e motivato collaboratore e chi ogni giorno perde un pezzo di sorriso.

Taglia tutti i costi inutili, hai ragione il grasso è superfluo; ma attento a non confondere grasso con muscolo: sarebbe errore drammatico.

Caro giovane manager che fai benissimo i conti sui costi, quante volte ti sei fermato ad immaginare un’azione differente, per un'idea di ricavi nuova e diversa?

Vi sono dotte teorie in proposito: dalla

“strategia dell’oceano blu”

passando per il

“sur-petere con il pensiero laterale”

per citare le due mie preferite, l’essenza però è la stessa: se non sei differente dagli altri, perché dovrei scegliere te invece che il più conveniente?

Guardati in giro: quante aziende leader di mercato vedi che hanno puntato solo sulla banalità del abbassare i prezzi o tagliare i costi?

Il tuo smartphone è Alcatel? E la tua macchina è una Logan?

Difficile, esistono, vendono ma hanno basse quote di mercato. Anche se sono certo siano buoni prodotti, nessuno fa più prodotti scadenti, non sono loro i leader.

Apri una possibilità al cerino della innovazione e del marketing creativo, sii diverso per essere migliore!

Questo non è un vero post, definiamolo uno sfogo e un abbraccio, rude, a chi ha ancora trent’anni o giù di lì e vuole diventare un manager di successo.

Accetta la difficile bellezza del tuo ruolo: il manager decide, opera, gestisce; traducilo come vuoi ma quello che non fa è stare fermo a difendere una barricata ogni giorno più debole.

Lo so è una banalità nella forma, ma ancora una potente verità, dire che:

Il mondo si muove e chi mantiene le proprie posizioni in realtà sta andando indietro.

Hop hop, forza sii differente, offri ai clienti qualcosa di inaspettatamente bello, o almeno provaci.

Cambia prima di essere costretto a farlo.  (Jack Welch)

Post scriptum

Un consiglio infine a te amico odontoiatra che hai uno studio avviato e che ben funziona: cambia!

Il cambiamento ha bisogno di risorse, di tempo e di tranquillità interiore.

E' adesso, che le cose vanno bene, il momento giusto per cambiare e puntare alle tue ambizioni e alla tua felicità.

Anticipa il futuro, sei già davanti agli altri? Bene mantieni il distacco e se vuoi confrontarti con un sognatore concreto, contattami.

Hai provato sintonia leggendo questo post?  Conosciamoci meglio.

Chiedimi informazioni sulle mie consulenze di Marketing Strategico Breve.

FUNZIONA.

"Alcuni cambiamenti sono così lenti che non te ne accorgi, altri sono così veloci che non si accorgono di te" (A.Brilliant)

Sii parte del cambiamento, sii il suo motore.

A presto sentirci,

Gaetano


corso marketing Gaetano Toffali

Tattica e nuvole: il lato bello della pratica.

Oggi il mio post parte musicale, il titolo è ispirato ad una canzone di Paolo Conte, resa famosa da Enzo Jannacci:

Messico & Nuvole

Che mi pare si adatti molto all'argomento “tattica”, perché anche questa è composta da concretezza ed immaginazione.

Tattica è concretezza!

La tattica è il metodo utilizzato per raggiungere gli obiettivi strategici.

La tattica è un qualcosa di molto concreto: è la trasformazione della strategia in azioni logiche e conseguenti.

La tattica richiede una specifica competenza operativa: per questo, quando intraprendi un’azione tattica, assicurati di avere al tuo fianco consulenti o dipendenti abili nel attuare le tue indicazioni.

Individui che con le loro specifiche competenze siano in grado di pianificare ed eseguire la direttiva strategica del capo: la tua.

La competenza è requisito fondante per l’attuazione vincente della tattica, sia in ambito tecnico specialistico sia nella comunicazione e marketing. Ad esempio:

  • Voglio offrire ai miei pazienti un servizio innovativo e installare una Cone Beam nel mio studio?

    Qualcuno poi deve conoscere tutte le sue funzioni, per usarla bene: competenza tecnico specialistica.

  • Voglio che la Cone Beam sia utilizzata tanto?

    Qualcuno, la DOM, deve avere competenza sui vantaggi che offre al paziente e saperli esporre e proporre: competenza in comunicazione e marketing

Questo però non basta.

La tua competenza professionale ti consente di eseguire bene il tuo lavoro, ma oggi sono tantissimi i tuoi competitori che offrono una buona competenza; diventa imperativo puntare all'eccellenza.

Questo lo ottieni con due armi tattiche in più: la determinazione e l'immaginazione.

Determinazione perché come ci ricordava l’Alfieri, nel mio post precedente, quando ti attivi in un’azione tattica è fondamentale crederci e agire, con massima diligenza, impegno, volontà.

“Volli fortissimamente volli”

Immaginazione perché è complesso l’imparare ad utilizzarla in modo organizzato e produttivo, quindi fa ancora la differenza.

Nuvole è immaginazione!pensiero laterale

Che è un concetto ben diverso da creatività artistica.

L’artista utilizza capacità naturali per ottenere un'opera d’arte.

L’immaginazione, che Edward De Bono ha meglio definito come pensiero laterale, è invece composta da un insieme di tecniche creative rivolte al raggiungimento di un obiettivo prefissato.

In modo originale rispetto ai paradigmi usuali.

Ti faccio un esempio semplice di come l’uso della creatività ti faccia correre più velocemente.

Utilizziamo la metafora della corsa, paragonandola alla attività lavorativa.

Ipotizziamo di partire per la corsa della vita con presupposti simili di età e di fisico (che sono le nostre basi culturali) e di allenarci tutti nello stesso modo (migliorando il nostro fisico e in metafora le nostre competenze) ebbene questa gara ci vedrà partecipare con risultati simili.

Nessuno andrà a velocità doppia della nostra.

Solo fino al giorno in cui un partecipante non cambierà radicalmente il suo modo di correre, mettendosi ai piedi un paio di pattini a rotelle: viaggiando molto più veloce di tutti gli altri, campioni inclusi.

corso marketing Gaetano Toffali

Almeno fino al momento in cui la sua idea non verrà copiata ed i pattini saranno diventati il nuovo standard.

Hai già immaginato vero il passo successivo? Pensavi alla bici o alla moto?

Bravo, ora la stessa tattica creativa, lo stesso pensiero laterale lo devi utilizzare nella realtà:

oltre alla concretezza serve immaginazione.

Ci credo da molti anni e ci ho basato la mia “mission” personale, che prende in prestito i versi di una vecchia canzone.

 “La vita è bella perché varia, i piedi a terra ed i castelli in aria”

Degli artisti, come spesso accade, hanno colto in due righe il senso di quello che volevo perseguire:

I piedi in terra perché devo saper fare se voglio dei risultati.

I castelli in aria perché ad autolimitarci non si vola verso la felicità.

Ti ringrazio per il tuo interesse e spero di averti fatto sorgere il desiderio di fornire nuova linfa alla tua professione.

Desiderare il cambiamento, applicare un approccio originale e diverso, per ottenere maggiore redditività e miglior soddisfazione dal tuo operare.

In questo posso essere al tuo fianco, come formatore o come coach personale.

Chiamami, con una tattica seria ed immaginifica raggiungeremo il tuo obiettivo.

Gaetano