Premessa

In Cenerentola la canzoncina di cui ho parafrasato il testo parlava di “sogni”, ma suona bene anche la mia versione: tutti ambiamo ed amiamo ricevere un premio.

Quelli di cui parlo nel post non sono coppe o targhe sportive bensì quei premi che contribuiscono a comporre il sistema retributivo dei dipendenti.

Il tuo studio non usa il sistema dei premi?

Sappi che impostarlo offre molti benefici, ne è riprova il fatto che tutte le aziende organizzate se ne sono dotate, nel mio ultimo incarico come DG il lato economico dei premi copriva addirittura il 30% della retribuzione globale.

Creare un buon sistema retributivo non è facile, le aziende organizzate assumono degli HR Manager, manager delle risorse umane, per gestirlo al meglio.

Non è il mio lavoro, per cui quelli che seguono sono semplici consigli basici nati dalla lunga esperienza e collaborazione con vari responsabili delle risorse umane, grazie Patrick, Debora, Roberto e Sara.

I premi non sono soldi

O perlomeno non sono solo riducibili al denaro.

Come premessa, perdona l’ovvietà, deve esservi una retribuzione di base che consenta una vita decorosa al dipendente, perché mancando questo presupposto accade una cosa molto semplice: quelli bravi se ne vanno.

E le risorse umane sono le più difficili da sostituire.

A un dipendente a cui tieni devi dare soldi ed anche emozioni positive.

(Per quello a cui non tieni be parliamo in privato).

I premi hanno due facce

I premi vanno legati ad obiettivi: quantitativi e qualitativi.

Un tipico obiettivo per un DOM dental office manager, è ad esempio quello legato sulla percentuale di preventivi conclusi (quantità).

Sempre come esempio, per una ASO il premio può essere legato alla gestione oculata del processo di sterilizzazione (qualità).

Gli studi odontoiatrici più attenti al controllo di gestione riescono a gestire anche premi di gruppo, in cui tutto il team è coinvolto.

(Altro argomento da conversazione privata).

Tipicamente il premio di gruppo è legato al buon andamento “aziendale” (quantità) o al superamento di una criticità esistente che coinvolge il team (qualità).

Il premio è formazione

Inserisci un investimento in formazione nell’attuale sistema retributivo: tanto lo percepiranno solo a quelli bravi, che lo diventeranno di più!

Metti come premio anche la formazione.

Nei miei contratti, da impiegato o dirigente, ho sempre voluto che la formazione fosse presente.

Mia figlia che lavora in una multinazionale ad Amsterdam ha appena utilizzato il suo premio per seguire un corposo corso online con il MIT, sono certo che le sue prossime performance saranno migliori e che la sua azienda ne ricaverà beneficio.

Mettere tra i premi un corso formativo è assai motivante per le persone che vogliono crescere.

E’ assai redditizio per l’azienda.

Il premio è motivazione

Rammenta che un dipendente che non è interessato ai premi, che è “contento così” è a rischio, perché non è sinceramente interessato alla azienda per cui lavora.

A quelli capaci, dono di natura, piace essere anche competenti, risultato di una buona formazione.

Perché i capaci diventano al massimo bravi dilettanti, ma professionisti lo si diventa solo con lo studio specialistico, con competenza.

La scoperta di un metodo più efficace per operare meglio, un attestato a fine corso, una citazione pubblica od una targa a fine anno sono tutti apprezzati premi ed hanno un forte valore motivazionale per chi li riceve.

(Ricordo ancora dopo decenni il mio primo premio, un portafoglio Cartier vinto in gara gara di vendita sui prodotti Mayor).

Il premio in formazione spinge sempre al miglioramento delle proprie performance.

Il premio costa di meno

Lascio al tuo commercialista i consigli fiscali, proporre premi utili per te e vantaggiosi per il tuo dipendente, è un binomio che si può fare.

L’invito è inserire tra le varie voci anche la formazione professionale, totalmente deducibile, da selezionare assieme al dipendente.

Con IdeaDana ho preparato un programma armonico per fare felice la tua DOM, quasi sempre sono signore a ricoprire il ruolo, e renderla sempre più competente, con l’obiettivo che tu un giorno possa occuparti solo dei due impegni importanti:

  • Essere imprenditore
  • Essere medico

Lasciando il fare operativo ad una persona capace, competente, preparata a dovere.

Che merita essere premiata.

A presto sentirci

Gaetano

  • MODALITA’ DI CONTATTO
  • Numero Telefonico 3423204997
  • Mail gaetano@gaetanotoffali.it
  • Form richiesta informazioni
  • Profilo Facebook
  • Profilo LinkedIn