Premessa

Nel primo post dedicato al “postino dentale” ne spiegavo le ragioni della nascita: che sinteticamente prova ad aprire piccole finestre sul marketing in odontoiatria, sfruttando da un lato citazioni o battute umoristiche e valorizzando dall’altro le piccole azioni concrete e quotidiane che si posso iniziare senza grandi costi e con molto apprezzamento da parte di chi ci sta accanto..

Quelle che regalano a chi ci sta accanto una percezione TUcentrica di noi: persona a cui l’altro interessa.

E non solo come cliente.

Dai ammettilo: non solo il solo ad essere lieto nel sentire il barista che mi saluta e dice:

“ciao Gaetano, cappuccio?”

o trovare piacevole l’essere riconosciuto dal cameriere della pizzeria, dalla cassiera del panificio e dal mio dentista.

Se poi nel mio lavoro qualcuno si sbaglia e mi dice

“Gaetano sei il migliore”

partono adrenalina ed autostima. A te no?

Tutti amiamo essere considerati unici ed in effetti lo siamo, forse con più o meno ragione di esserne felici.

Ebbene, una volta riconosciuta la potenza per il nostro ego di un rapporto “unico” basta fare solo un piccolo passetto. Chiamalo marketing se vuoi.

Dare agli altri quello che essi vogliono.

Ad esempio una front office che saluta con nome e cognome l’entrata di ogni nuovo “ospite” dello studio.

(facile, basta guardare l’agenda un secondo prima di aprire la porta e leggere di chi è il prossimo appuntamento)

Ad esempio un clinico che prima di iniziare a trapanargli i denti gli sorrida e chieda come sta Gaia, la sua bambina, o il cane.

(facile, in prima visita oltre a chiedere come sta il molare superiore basta dedicare non più di 90 secondi ogni volta a conoscere anche qualche dato relativo all’individuo, non solo al suo cavo orale).

Basta dare agli altri quello che noi vorremmo fosse dato a noi.

(che tra l’altro è l’ultimo punto della “carta dei diritti paziente” che applicano gli studi per cui faccio consulenza).

PS Hai fornito al tuo team un metodo o hai dato formazione su come si gestisce al meglio la Prima Visita?

Concludendo

Non sottovalutare le piccole azioni, spesso sono quelle che fanno la differenza, come sanno benissimo tutte le signore trascurate e come troppo raramente ci capita accada anche a noi.

Ricorda che tutti sono unici e trattali da tali.

Grazie per la tua attenzione e per il sorriso che mi hai dedicato.

Gaetano

  • MODALITA’ DI CONTATTO
  • Numero Telefonico 3423204997
  • Mail gaetano@gaetanotoffali.it
  • Form richiesta informazioni
  • Profilo Facebook
  • Profilo LinkedIn