Di cosa è meglio essere ricchi?

Partiamo da una considerazione banale e veritiera: è davvero meglio essere ricchi.

La discussione o meglio la scelta è sul cosa: di cosa è meglio essere ricchi?

Perdona la ulteriore iniziale semplificazione, l’hai già letta, adesso però torna a coglierne la verità oltre la frase fatta: i soldi sono il mezzo non il fine.

Il fine è la soddisfazione dei propri desideri, (l’etimologia latina è de sidere, verso le stelle) cosa che è assai più complessa di quando sembri perché questi sono cangianti, ma anche mutanti: variano con l’età e la maturità emotiva.

E con la tenacia nel provare a migliorare la propria vita.

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Come è stato per te?

  • I miei 18 anni volevano l’amore di una donna. Speravo essere amato, vedere gli occhi di lei che mi guardavano in modo diverso ed unico.
  • I miei 23 un lavoro redditizio. Volevo tantissimo non dovermi più domandare “posso comprarmelo?” davanti alla vetrina di un negozio.
  • 40 un lavoro appagante. Ambivo ad essere ricco di orgoglio legittimo per la qualità della mia professione, poter diventare speciale, imparare dai migliori, sognando di essere un giorno anch’io maestro per qualcuno.
  • 60 desiderano più tempo per me. Negli anni con i capelli bianchi ho scelto di avere giorni solo miei, per gli affetti, lo sport, il diletto.

Di poter scegliere gli impegni lavorativi, i clienti e soprattutto andare quanto più possibile in aula, cosa che adoro, a “farmi pagare per qualcosa che farei gratis”.

Sono un uomo che cercando la fortuna l’ha trovata.

Sarà per questo che trovo affinità emotiva e professionale con gli imprenditori ricchi.

Quelli che sono ricchi di domani, che hanno idee e desideri che brillano nella mente e nel cuore.

Che amano la loro professione, se stessi e il bello che deve ancora arrivare.

Che quasi sempre hanno già studi/imprese che vanno bene, buon ritorno economico, quelli che per gli sciocchi sono dei fortunati che dovrebbero essere felici e contenti così ed invece mi chiamano per andare ancora oltre.

Non sei mai felice nella stasi.

Neppure ricco di sentimenti, perché con l’età che avanza ti accorgi davvero della differenza tra mezzi ed obiettivi.

E quello che vuoi davvero, con un po’ di lieto coraggio, lo vai a prendere.

Non è stato fornito nessun testo alternativo per questa immagine

Grazie per essere giunto a questo punto, evidentemente hai proseguito la lettura perché abbiamo qualcosa che ci unisce: l’inesausto desiderio di far vivere bene il cuore.

risentirci se vuoi, per chiacchierare di futuro ed altre sciocchezze.

Gaetano